ecosostenibilità tagged posts

Sant’Anna Blogger’s Day

 

A volte basta un semplice sì ad aprire la porta a meravigliose esperienze. Certo ci vuole un po’ di sesto senso e anche un pizzico di fortuna, perché no, ma quando senti che sei prossimo ad una bella occasione non esitare, fai sentire il tuo sì e acchiappala al volo.

Lo scorso week end abbiamo partecipato al Sant’Anna Blogger’s Day, due giorni intensi e meravigliosi in cui abbiamo visitato lo stabilimento Sant’Anna di Vinadio e le sorgenti dell’acqua.
Abbiamo scoperto il gran lavoro (e l’enorme cura) che c’è dietro alla produzione dell’acqua Sant’Anna e del Santhé, seguendo da vicino tutti i passi che conducono al prodotto finito.
L’impressione è stata quella di un’azienda familiare e coerente. Un’azienda tutta italiana da cui c’è molto, secondo me, da imparare e il progetto della Bio Bottle la dice lunga*.

Il rispetto che ogni dipendente, qualunque sia la carica, mostra nei confronti degli altri colleghi è stato evidente fin da subito. Sono una squadra, guardano tutti nella stessa direzione, hanno obiettivi comuni e nel tentare di raggiungerli non si contraddicono.

L’attenzione all’ambiente è molto alta, forse anche per l’incredibile contesto in cui è immerso lo stabilimento (fuori il paesaggio toglie il fiato), ma credo che il motivo principale sia da ricercare in un fatto puramente culturale.
La visita allo stabilimento è stata davvero strepitosa, pareva di stare in una puntata di Com’è fatto?
Per la Marmocchia è stata la prima gita veramente didattica. Non so quanto abbia potuto comprendere, di certo è rimasta affascinata dalle dimensioni e dalle quantità:
Mamma, ma qui ci sono proprio tuuuutte le bottiglie d’acqua del mondo?
Aehm, non proprio, ma devo dire che per un attimo è parso anche a me!
 

Ve l’ho detto che ho sviluppato una forte dipendenza da Santhé alla pesca? Ormai vado in giro tipo San B...

Read More