Dare nuova vita a capi e accessori per l’infanzia: una scelta consapevole e conveniente

 

Quanto velocemente si riempiono le nostre case all’arrivo di un bambino, ci avete fatto caso? Ricordo che con la mia prima figlia ero onestamente stupita di come un esserino tanto piccino potesse necessitare così tanti accessori.

Fasciatoio, sdraietta, culletta, lettino. E ancora, trio e passeggino leggero, seggiolone per casa e il rialzo per i pasti fuori. Per non parlare dei primi mesi: la bilancia, il tiralatte, lo scaldabiberon. E vestiti. Tonnellate di vestiti, e giochi. Che se non ci pensavamo noi ad acquistare, arrivavano sotto forma di regalo da amici e parenti a ogni occasione.

Ma se il nostro appartamento “due cuori e una capanna” si è riempito alla velocità della luce, ancora più velocemente ci siamo resi conto che le fasi di crescita della nostra bambina si avvicendavano senza tregua e moltissimi accessori erano indispensabili per periodi di tempo davvero brevissimi. Per non parlare di giochi e vestiti.

Da subito mi è stato chiaro che non volevo alimentare questo spreco. Ho così iniziato a scambiare con le amiche mamme tutto quello che non utilizzavamo più. E’ stato bello vedere indossare da altri bimbi i vestitini che a mia figlia non andavano più, giocare con i giochi che l’avevano intrattenuta fino a poco tempo prima e guardare il mondo dal suo passeggino super leggero, ora che lei il mondo, invece, iniziava a scoprirlo camminando mano nella mano con me.

Dare una seconda vita a capi e accessori per l’infanzia è una scelta intelligente, consapevole, emozionante e pure conveniente. Senza contare che, da genitori, è un ottimo esempio da dare ai propri bambini.

Qualche giorno fa ho fatto la mia prima esperienza di vendita da Baby Bazar, il più grande negozio di usato per bambini che si occupa di rimettere in circolo, in modo sicuro e consapevole oggetti, indumenti e accessori legati al mondo dell’infanzia.

È stata un’esperienza davvero molto positiva che ha coinvolto tutta la famiglia e che certamente ripeteremo.

Ecco perché vendere (e acquistare) con Baby Bazar conviene.

– E’ il modo più facile e conveniente di dare una seconda vita agli articoli per l’infanzia che non utilizzate più. Altre mamme come voi stanno cercando proprio quell’articolo che a voi non serve e che avrà una nuova vita con un altro bimbo.

– E’ un ottimo modo di aiutarsi tra mamme, anche se sconosciute, darsi una mano a vicenda nella crescita dei propri figli, minimizzare gli sprechi, sfruttare al massimo gli oggetti acquistati che ognuna di noi utilizza per così poco tempo.

– Potete dare via oggetti, giochi e indumenti non più utilizzati dai vostri bambini e guadagnare una somma che non dovete necessariamente spendere in negozio.

– La serietà nella scelta degli articoli da ritirare e mettere in vendita. Questo vuol dire che, quando sarete voi a fare shopping per il vostro bambino, troverete solo oggetti di qualità, puliti e perfettamente funzionanti e alla metà del prezzo di mercato.

– La vendita è davvero facilissima e i risultati tracciabili comodamente da casa collegandosi al sito.

– Si possono acquistare oggetti di marca, in ottimo stato, e a prezzi contenuti. Si risparmia e si compie una scelta consapevole in un’ottica importantissima di sostenibilità.

Seguitemi perché prestissimo vi racconterò nel dettaglio la mia prima esperienza di vendita con Baby Bazar.

Related Post

Rispondi