Come conciliare la vita da mamma con le proprie passioni

Si parla tanto di conciliazione lavoro – famiglia, tematica per niente facile da affrontare e ambito in cui, ahimè, siamo davvero ancora molto, moltissimo indietro.

Io però, oggi, vorrei parlare di un altro tipo di conciliazione: come si accorda  la vita da mamma con le proprie passioni personali?


Vi dico come faccio io: mi faccio in quattro sfinendomi a tal punto che a sera raramente resta qualcosa di me. Poi dormo, se la Sorellina me lo permette, e la mattina dopo ricomincio daccapo.

E qui il post potrebbe terminare in pace, che tanto una via d’uscita migliore mi sa che non c’è, ma se state con me fino alla fine del mio racconto, prometto di darvi almeno tre consigli per non rinunciare a coltivare le vostre passioni anche se siete diventate mamme da poco.

Lo scorso sabato, come vi dicevo, sono stata invitata per lavoro a una conferenza sul tema dell’allattamento.

Quello che non vi ho detto è che, pochi minuti prima che iniziasse l’incontro, la Marmocchia mi ha guardata negli occhi, mi ha detto “mamma non mi sento tanto bene” e ha iniziato a vomitare a getto nel bel mezzo di Bimbinfiera. Virus intestinale, impietoso e fulmineo.

Mentre, con lei per mano e la Sorellina in braccio, correvo verso i servizi più vicini, un odorino molto familiare annunciava che la piccoletta si era “liberata” in maniera piuttosto importante. Riassumendo: una bambina vomitante da soccorrere e una sporca da cambiare. E la conferenza sarebbe iniziata di lì a poco.

Ora, chi mi segue sa quanto sia importante per me questo blog e quanto ami le occasioni lavorative che ne nascono. Una vera passione.

Come ho conciliato l’essere mamma con questa mia passione in quell’esatto momento di emergenza?

Con estrema fatica e dando fondo a tutto il mio spirito pratico.

Sarebbe stato meglio avere un aiuto? Decisamente sì. Di chi è la colpa? Decisamente mia, che alle richieste di aiuto rispondo sempre un po’ stizzita manco mi avessero insultata. Lasciatemelo dire: il “faccio tutto io” è morto da un pezzo.

Consiglio n. 1 per conciliare la vita da mamma con le proprie passioni: siate (e se non lo siete impegnatevi per diventarlo) organizzate e pratiche. Ma soprattutto fatevi aiutare.

Quella sera, poi, ci sarebbe stata la presentazione della prima antologia di Inc, l’associazione culturale di cui faccio parte. Il virus, nel frattempo, aveva colpito anche me, ma non volevo mancare, anche se non era proprio così che avevo immaginato quella serata.

Ora, in preda al virus intestinale e senza la mia famiglia a darmi supporto, le premesse non erano affatto buone. Sapete cos’ha salvato la serata? Credere fortemente in questo progetto. Crederci così tanto da guardarmi nelle foto della serata e non riconoscere la stessa persona che in quel momento avrebbe dovuto desiderare soltanto un letto (o un bagno).

Il mio secondo consiglio per conciliare famiglia e progetti personali è: rispettate, coltivate, nutrite e amate sinceramene il vostro sogno. Se non lo fate voi, non potranno farlo nemmeno gli altri.

Ma non è stata solo la mia determinazione a salvare la giornata e la serata. Il merito va anche all’appoggio delle amiche, da chi si è offerto di aiutarmi alla conferenza (grazie Francesca non me lo dimenticherò!) a chi mi è stato accanto durante la serata (la mia migliore amica e il suo compagno erano le uniche due facce note in sala. Ragazzi, erano in due e hanno fatto per venti! Non smetterò mai di ringraziarli!).

Ecco qui, il mio terzo consiglio per conciliare la vita da mamma con la vostra realizzazione personale: accettate, cercate e apprezzate il supporto e l’aiuto di chi crede in voi. Nei momenti in cui vi sembrerà che le vostre passioni non abbiano senso, saranno proprio loro a convincervi del contrario e vi sproneranno a non rinunciare.

Certo, questa è stata un po’ una giornata estrema, di solito giuro che coltivare le mie passioni mi viene più facile, ma volevo condividere con voi questo mio successo, proprio perché è stato un successo “nonostante tutto”.

E a voi capita mai di pensare che essere mamma si sposi a fatica con il coltivare le vostre passioni?
Quali sono le vostre armi segrete?

Vi lascio con un estratto video del mio racconto per l’antologia Inc “D’un tratto un miscuglio di voci intonò una melodia” che potete acquistare facendone richiesta sulla pagina dell’Associazione.

“L’istituto” di Valeria Campana

Related Post

2 comments to Come conciliare la vita da mamma con le proprie passioni

  • raffaella  says:

    Waoooo…grazie per i consigli!!!!

    • robedamamma  says:

      Ciao cara! 🙂

Rispondi