Robedamamma – capitolo 3

Tornare a casa distrutte dallo spazio gioco dopo un round di pittura a dita.

Scoprire che i marmocchi sono lavabili, ma ricordarsi che non sempre hanno voglia di essere lavati.

Trovarsi sotto la doccia entrambe color Avatar e guardare la pittura colare verso lo scarico lasciando una striscia blu sul piatto doccia.

Sperare che il segno venga via almeno da lì.

Osservare la Marmocchia passare da color Avatar a color pantegana e pensare “e se non tornasse mai più come prima?”.

Trovarla comunque infinitamente carina.

Pensare all’insegnante che ha proposto la pittura e che ora sta sotto la doccia senza marmocchi da strigliare.

Meditare vendetta, ma ricordarsi comunque di insegnare alla Marmocchia a pronunciare bene il suo nome (che si chiama Federica e chiamarla solo con la prima lettera del nome unita alle ultime tre… no, non sta bene!).

Strofinare di nuovo con ettolitri di docciaschiuma e fiumi di acqua (l’ambiente almeno oggi ci perdoni) mentre la panteganina ancora si dimena. Provare ad intrattenerla cantando la nuova hit del momento (che rischia di rubare lo scettro alla famosa “tanti auguri a te”): “ciapa la galeina”.

Ricordarsi di proporre alla Marmocchia canzoni un po’ meno da osteria.

Passare la Marmocchia-panteganata al Ninnatore, tirare un bel respiro e dedicarsi finalmente dieci minuti di relax sotto la doccia.

Lavar via i residui di colore e di stanchezza, iniziare a distendersi davvero.

Allungare la mano verso lo shampoo… azz.. è finito.

Aprire la bocca per reclamare una nuova confezione. Ricordarsi che sì è finito, ma no,  non è stato ricomprato.

Trovarsi davanti ad una difficile scelta: docciaschiuma orientale o shampoo marmocchio?

Pensare che la Marmocchia dopo lo shampoo sa incredibilmente di buono e optare per il secondo.

Ricordarsi, solo dopo aver applicato lo shampoo, che quest’ultimo è infinitamente oleoso e di impossibile risciacquo completo.

Uscire dalla doccia, schivando la pila di vestiti variopinti, guardarsi allo specchio, mentre la spazzola sguiscia sui capelli, e sbuffare.

Ed essere messi a tacere dalla Marmocchia  con un’inconfutabile verità: “Sei cianca (stanca)?Ripozati!”

9 comments to Robedamamma – capitolo 3

  • Paola  says:

    Vale… !!!io i vestiti li ho dovuti tenere a bagno due ore, poi li ho lavati in lavatrice, ma sono ancora sporchi, sono passata alla strigliata a mano… e in più p. si è presto pure il raffreddore… ieri sera ero proprio esausta e ho pensato soprattutto a quegli spiritosi/spiritose di psico..qualcosa che secondo me non hanno neanche figli e si sono a malapena lavati loro ieri sera… ecco mi sono sfogata… ma ci voleva proprio… è stato carino, ma magari l’avrei evitato in pieno inverno… un bacio alla panteganina… paola

  • robedamamma  says:

    PAOLA!!! Anche i nostri vestiti sono rimasti traumatizzati (e per la cronaca anche il mio orologio). Tra l’altro nel tragitto verso casa lo sporco deve aver preso vita perchè, oltre ad essersi solidificato, ha trapassato lo strato dei vestiti, risultato la Marmocchia era sporca pure sotto le gambe!! Cosa non si fa per farli divertire! Solo… la prossima volta fingo una telefonata urgente e mi dileguo! Noi per ora niente raffreddore, un bacio a voi e speriamo il raffreddore passi presto.

  • manuela  says:

    Immagino che pacco!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Io alla veneranda età di 32 anni quando uso le tempere mi concio da sbattere via!!!
    il Matti tutte le volte che usa le tempere si va a lavare le mani in continuazione, e poi mica usa le mani, rigorosamente con pennello e spughetta (“Sono pocche mamma, vado a lavalle!!!) ma cosi per ogni puntino colorato! ….Mi fa morire!!!!

    Vorrai scherzare che il teppista si sporca!!!!! E’ un teppista perfettino!!!!

    Sarà stata una doccia emozionanate!!!!

    manu

  • robedamamma  says:

    Tuo figlio è troppo un grande, lo dicevo io che dovevo scambiare le culle in ospedale già ai tempi in cui lui dormiva placido e la mia strillava come un’aquila! Ah Manu, urge consulto dentistico! Il nostro dente sembra salvo i vostri?

    • manuela  says:

      Ciao, l’ultimo dentista che abbiamo contattato ci ha suggerito di non fare assolutamente nulla, che non succede niente se si tiene le due piccole fistole sulla gengiva.

      Quindi ci siamo tranquillizzati e abbiamo deciso di lasciar stare e vedere come va!!!!!per ora denti salvi!!!!!!!!!

      baci
      manu

  • robedamamma  says:

    Ottimo, ci aggreghiamo pure noi allora a non far niente e speriamo in bene! Grazie del consulto!!

  • Laura  says:

    ahahah Vale che cuore grande che ha Alessia!!! si accorge della tua stanchezza e ti concede il riposo 😛

  • robedamamma  says:

    Eh già! Come ho fatto a non pensarci prima?
    🙂

  • Michela  says:

    Sei cianca? Ripozati!
    E che le vuoi dire! hahahahaha che attrezzetto tua figlia! 😀

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>