Passare dal seno al biberon in maniera naturale

Post sponzorizzato

Qualche giorno fa sono stata alla presentazione del nuovo biberon Nature Sense di Nuk. Si tratta di un prodotto che sto sperimentando con la Sorellina proprio in questi giorni e vorrei condividere le mie impressioni con voi, neo e future mamme.

Prima di tutto ci tengo a dirvi che la mia piccoletta ha 15 mesi e prende ancora il mio latte. Il biberon lo uso quando non ci sono per la poppata serale, perché possa bere comunque il mio latte prima di dormire, oltre che l’acqua durante il giorno.

A maggior ragione, quindi, al biberon chiedo che sia quanto più possibile vicino all’esperienza al seno, in modo che il passaggio sia naturale per lei e renda serena me.

Ora, è ovvio che...

Read More

40 cose che ho amato di questi 40


La mattina dei miei 40 anni mi sono guardata allo specchio e ho pronunciato lentamente la parola “quaranta”. Ho atteso scrutando a fondo il mio viso.

Niente, non succedeva niente. Chissà che mi aspettavo.

È che credevo che ai 40 ci sarei arrivata con molte certezze e importanti risposte. E invece ho ancora insicurezze e tante, troppe, domande.

Mi è preso il panico. Allora ho fatto quello che faccio di solito quando mi sento confusa e spaventata.
Ho preso un foglio e ho iniziato a scrivere.

In ordine sparso, e per niente logico, ho fatto un elenco dei miei 40 momenti del cuore di questi miei primi 40 anni di vita. Non so se abbia senso, ma intanto è servito a calmarmi…

1...

Read More

Dove cerchiamo la felicità

L’altro giorno sono stata dal parrucchiere. Lo dico così, come se fosse un evento unico, perché in effetti, al momento, lo è.

Ne sono uscita con una piega improbabile, di quelle con i ricci alla Nelli della Casa nella Prateria (googlate pure, mentre vi vergognate di essere così tanto più giovani di me).

Che forse giusto nella prateria poteva essere considerata una pettinatura accettabile.

Non me la sono sentita di contraddire la parrucchiera, che pareva essersi così tanto affezionata alla causa. Ero piena di beccucci e il tratto macchina-casa mi è parso davvero eterno.

Contavo di non incontrare nessuno. Ho ovviamente incontrato chiunque.


A cas...

Read More

Come organizzare il fasciatoio dei nenonati

Come vi dicevo qualche giorno fa, il primo anno da mamma è un turbinio di emozioni e gioia, ma anche di cose da fare e stanchezza immensa. Come ci si salva? Secondo me al primo posto viene l’organizzazione.

Tutto ciò che può alleviare l’enorme carico di lavoro che abbiamo è ben accetto. Anche perché solo così riusciamo a goderci al massimo i nostri bambini. Un fasciatoio organizzato è di certo un ottimo punto di partenza.

Dopo avervi svelato i miei cinque indispensabili per il primo anno di maternità, ecco oggi i miei consigli su come organizzare il fasciatoio per rendere sereno e speciale anche il momento del cambio.


Per prima c...

Read More

Cinque indispensabili per il primo anno di vita del bambino 

Il primo anno da mamma è faticoso e bellissimo in egual misura. L’organizzazione è l’arma vincente per ridurre le difficoltà e godersi al massimo questo momento meraviglioso.

Ecco allora quali sono i miei cinque indispensabili per il primo anno di vita, uno per ognuna delle fasi più importanti della giornata con un bambino piccolo: nanna, poppata/pappa, cambio, gioco e a passeggio.

1. La nanna

Read More

Hansel e Gretel al Teatro Colla 

   

La scorsa stagione, mentre eravamo alle prese con una Sorellina tutta nuova e una nuova routine in quattro, al Teatro Colla debuttava per la prima volta Hansel e Gretel. E noi, ahimè, ce lo perdevamo. Domenica abbiamo rimediato andando a conoscere da vicino i protagonisti di questa bellissima fiaba.

Vi dico subito che qui i Colla, secondo me, si sono superati.

Partiamo dalla colonna sonora, con una serie di brani direttamente dagli anni 60/70, tutti da ballare e cantare, che sanno coinvolgere grandi è piccini. “Nessuno”, “La Topolino Amaranto”, “Voglio Vivere Così”, sono solo alcuni dei titoli che vi faranno saltellare sulle poltrone del teatro.

Seconda chicca: le marionette dei g...

Read More

Dalla pancia al cielo (affrontare la perdita di un bambino)

Amore consola

C’è questo peso che mi porto dentro e che avevo deciso di liberare quando sarei stata pronta, quando sarebbe arrivato il momento giusto.

Solo che poi il momento giusto non arrivava mai.

E allora ho deciso di lasciarlo andare ora, di farlo lo stesso, anche se non mi sento pronta per niente.

Ho pensato che magari, lì fuori, qualcuna ci sta passando proprio in questo momento. E allora, forse, avrebbe bisogno di sentire una parola di conforto da chi sa esattamente cosa le sta succedendo e possa alleggerire almeno un poco questo peso.

Quell...

Read More

Peter Pan al Teatro Colla

Pare impossibile essere già arrivati a marzo e al penultimo spettacolo in calendario al Teatro Colla.

Qui inizia a prenderci un po’ di magone, come sempre verso la fine della stagione.

Ma tranquilli, amici, abbiamo ancora diverse settimane per stare in compagnia dei Colla e delle loro marionette.

Fino ...

Read More

Montessori per tutti di Claudia Porta

Montessori per tutti

Ho letto Montessori per tutti, il nuovo libro di Claudia Porta che oltre a essere, ormai da anni, una bravissima blogger (di certo conoscete il suo blog La casa nella prateria) è una scrittrice che stimo moltissimo (vi ho già parlato di La mia mamma sta con me e a breve vi racconterò Mindfulness per genitori).
Mi piace il modo di scrivere di Claudia, la semplicità con cui rende alla portata di tutti concetti e stili di vita che, altrimenti, parrebbero inarrivabili ai più.

Read More

Mai abbastanza

Mai abbastanza

Non ricordo quando, esattamente, ho iniziato a pensare di non essere abbastanza.

Ci sono giorni in cui, se ripercorro indietro il tempo con la mente, mi pare di non arrivare mai al giorno zero.

Vado a qualche anno fa, quando ancora non avevo una famiglia, poi ancora qualcuno prima, il primo lavoro, l’università. E ancora indietro alle scuole superiori, le medie, perfino le elementari.

Certi giorni mi pare di non essermi mai sentita abbastanza nemmeno di fronte ai miei compagni alla scuola materna. Che loro ci andavano sul serio, mica come me, che vomitavo sulla camicia di papà per tornare insieme a casa, e poi era tardi e finiva che a scuola non mi ci riportava più (finché non ha imparato a tenersi una camicia buona in auto e per me è stata la fine).

Non m...

Read More