Il posto più strano dove l’ho fatto

Lo ammetto, io sono una che ama le comodità. Soprattutto in quei momenti. Preferisco il letto, stretti stretti, abbracciati sotto le coperte.
Anche il divano mi sta bene. Con una musica rilassante in sottofondo, magari.
Certo poi mi è capitato di farlo un po’ dovunque perché, si sa, quando la natura chiama non è che puoi metterla in attesa.


Così, col tempo, ho accumulato una serie di posti strambi in cui l’ho fatto, in qualsiasi momento del giorno e della notte (ah, la notte!) e nelle posizioni più improbabili, che alla fine ti ritrovi tutta stropicciata in un groviglio di gambe e braccia indistricabile e bellissimo.
L’ho fatto al ristorante, in una pausa tra una portata e l’altra. Da amici, in camera da letto, mentre di là si chiacchierava allegramente.
Casa dei miei è un must, con quella poltrona comoda che hanno.
Ultimamente lo faccio spesso in spiaggia. La mattina presto e il tramonto sono i miei momenti preferiti. Ha un che di romantico, è innegabile.
L’ho fatto sul Freccia Bianca, per ora una sola volta, ma conto di ripetere al più presto, perché l’ho trovato davvero molto piacevole.
In gita alla Certosa di Pavia ho dovuto stare attenta non ci fossero monaci in giro, perché ok, nessuna vergogna, è un fatto naturale, ma non volevo mica esagerare.
E poi, vediamo, al centro commerciale, nel bel mezzo della spesa, e trovare un posto in cui creare un po’ di intimità è stata una bella impresa.
Nei salottini prova, ahi quanti ricordi.
Una volta l’ho fatto perfino in posta, aspettando il mio turno. Perché si sa quanto possano essere noiose le attese.
Le soste per farlo in macchina e al parco all’ombra degli alberi resteranno tra i ricordi più belli.
Ma il posto più strano in cui l’ho fatto, almeno fino ad ora, è stato di certo il trenino turistico del riminese, sul lungomare che da San Giuliano porta a Marina Centro. Certo, con tutti quei sobbalzi, non è mica stato semplice, ma con la brezza a scompigliarmi i capelli, Romagna Mia in sottofondo e chiacchierando con gli altri passeggeri, devo dire che è stata una delle mie volte migliori. Anche perché, quando l’altro si addormenta, significa che ha molto apprezzato. Voglio dire, le poppate che finiscono in nanna sono quelle migliori, non trovate?
Come dite? Non avevate capito che stavamo parlando di allattamento e dei posti più strambi in cui l’ho fatto?
E che avevate capito?
E voi, qual è il posto più strano in cui lo avete fatto?

Related Post

Rispondi