Facciamo finta che… di giochi (e deliri) marmocchi

IMG_6704

Iniziano sempre così i suoi giochi preferiti: Facciamo finta che…

Segue assegnazione alla sottoscritta del peggio ruolo rinvenuto. Ché alle principesse io sono la strega (o la matrigna cattiva), alle fate io sono il mostro con i denti gialli, alla gita al parco naturale un dinosauro estinto nei peggio modi. Ma anche il pirata con la gamba di legno (che la benda sull’occhio pareva poco), il cameriere che non capisce una mazza delle ordinazioni e sempre, e comunque, l’ammalata (di malattia rara da indagare tassativamente col martelletto per i riflessi usato nei modi meno ortodossi conosciuti).

Che poi, tra l’altro, prendo sempre pessime recensioni per le mie interpretazioni. Chissà com’è. Vi confesso che è un pelino frustrante stare dietro ai suoi facciamo finta che.

Poi, però, lei fa o dice cose che mi fanno scompisciare per davvero, e allora un po’ ne vale la pena.

Tipo: Mamma facciamo finta che sotto il letto c’era un drago tremendo che ci sputava il fuoco addosso e allora noi ci trasformavamo in mostri cattivi e andavamo in giro a snutellare la gggente? Per finta, eh!

Grazie della precisazione, marmocchia, senza ci avrei quasi creduto.

Ma anche: Mamma, facciamo finta che tu eri bellissima? Per finta, eh!

Ma?! O_o

E poi: Giochiamo ai cuochi? Dài, senti questa ricetta. Si prende un finocchio e due zucchine si mette tutto il baradam (?) sopra…

Il che?

Il baradam! Tipo olio, sale, pepe…

Ah, l’ambaradan (che poi dove li sente sti termini)

Eh, il baradam. Poi si tagliuuuuzza sottile sottile (segue lei che fa andare le manine a velocità minipimer) e si butta in forno per mezzo minuto.

In forno? Per mezzo minuto?

Acceso, però.

Ah, bé.

E poi, quando facciamo finta che, lei si traveste. E quando lei si traveste, agli zampognari meglio forniti gli fa un baffo. Tipo nella foto qui sopra.

Amore, da cosa sei vestita?

Ma come? Da medico, si capisce!

Eh, si capisce!

Non avevo notato lo stetoscopio, sorry!

 

 

Related Post

11 comments to Facciamo finta che… di giochi (e deliri) marmocchi

  • Giovanna Labati via Facebook  says:

    Sempre. In genere io muoio nelle sue finzioni, tu? L’altra sera puntandomi con il dito mi diceva “Adesso piangi!”

  • Robedamamma via Facebook  says:

    Ah ah svengo dal ridere! Io di solito mi salvo, ma ne esco quasi sempre snutellata! Facciamole incontrare!

  • Ilaria Crivelli via Facebook  says:

    Tantissimo. Soprattutto quando devo fare il “mostro” per strada e rincorrerla stile zombie e io sono piena di dolori per l’artrite. Si, tantissimo.

  • Robedamamma via Facebook  says:

    Epperò chissà come ti viene bene far lo zombie con l’artrite! Ah ah siamo messe male!

  • verdeacqua  says:

    mitica!!

    • robedamamma  says:

      ah ah, qui ci si arrangia eh! ti vedo il 16/17?

  • Ilaria Crivelli via Facebook  says:

    Devo ammettere che la camminata zombie, con l’artrite, mi viene bene!

  • Robedamamma via Facebook  says:

    Adoro. Se volessi prestare la tua opera anche a casa nostra..

  • Ilaria Crivelli via Facebook  says:
  • mamma avvocato  says:

    Simpaticissima!!!

    • robedamamma  says:

      😀

Rispondi