Wanna be a rockstar

Ma parliamo di questo Carnevale che si avvicina a gandi passi. Questo Carnevale che credevo mi avrebbe vista impegnata ad assemblare un vestito da simil-Rapunzel o da fatina desnuda. Cose così.

E invece lei qualche giorno fa ha dato l’annuncio: Mamma papà, ho deciso: voglio vestirmi da Michael Jackson.

E a me, onestamente, è caduta la mascella fin quasi al pavimento. Ché io Michael Jackson lo amo pure, lo considero uno degli artisti più talentuosi di tutti i tempi. Solo, al pensiero di me che le cotonavo la parrucca (che se doveva essere Michael Jackson allora sarebbe stato quello dei Jackson 5, niente di meno), mi è presa un pochettino male, devo essere sincera.

Però mi sono trattenuta, non mi sono appellata a quel po’ di ottusità materna che ogni tanto mi scappa, non le ho detto “no” – “perché?” – “perché no!”, ma ho inspirato ed espirato millemila volte e sperato che la mattina dopo avrebbe abbandonato il progetto.

Invece, col passare dei giorni, l’idea pareva piacerle sempre di più. Incurante degli sguardi allibiti dei coetanei ha continuato a parlare del suo travestimento dandolo per molto più che certo. Io nel frattempo sono andata ad accendere un cero a Raperonzolo,  ho fatto un voto a una Winx a caso, la più svestita di tutte, e ho promesso solennemente che non avrei mai più detto nulla contro Peppa Pig.

E quando ero ormai sul punto di uscire a cercare il mocassino nero da abbinare al pantalone acqua-in-casa con calzino bianco in bella vista, il Ninnatore, che ogni tanto ama ricordarmi perché l’ho sposato, ha tirato fuori l’idea del secolo: Marmocchia, perché allora non ti vesti da rockstar?

A lei (e a me!) il travestimento da rockstar è sembrata davvero un’ottima idea.

E rockstar sia! La Marmocchia è entusiasta, stiamo scegliendo gli accessori, affinando il look  e il mio cuore ha ripreso a battere a ritmo piuttosto regolare.

Tutto bene quel che finisce bene, eh. Se non fosse che poi abbiamo comprato questa specie di topo morto rosso fosforescente e a me tocca renderlo parruca da rockstar. Eh. Che ci vuole. Tipo che per ora siamo messi così:

parrucca rockstar

Già me la vedo da grande “un anno volevo vestirmi da rockstar e mamma mi fece una parrucca che parevo Moira Orfei!” Eh.

Seguiranno foto dello scemp… ehm del nostro Carnevale.

Che meraviglia, eh!

E voi come siete messi? Da cosa si vestiranno i vostri marmocchi?

Related Post

6 comments to Wanna be a rockstar

  • Lucia  says:

    ma dai è fantastica!!! complimenti alla marmocchia e al suo anticonformismo 😉 qui a scuola hanno richiesto un costume ispirato a Paul Klee (tema dell’anno), mi piace molto tutta questa creatività all’asilo, ma le meningi stanno fumando 😛

    • robedamamma  says:

      Paul Klee? Ma che figata pazzesca! Certo immagino l’impegno… nel caso io me la cavo piuttosto bene con le parrucche come hai potuto appurare dalla foto! Ah ah baci

  • laurairmaelli  says:

    ahaha ma dai Vale che figata!!!! Non vedo l’ora di vedere il look finale! (rock)

    • robedamamma  says:

      certo certo, documenteremo tutto così potrete prenderci per il c… ehm farci i complimenti per la geniale trovata. 😛

  • 1 kg di costanza  says:

    Muoio! Magari mia figlia mi chiedesse il vestito da rock star, qui siamo in pieno ciclone principesse!

    • robedamamma  says:

      Se serve aiuto col parrucco sai dove trovarmi! ah ah ah (sono disperata). baci

Rispondi