Specchio specchio delle mie brame… #talktoyourdaughter

talktoyourdauhgter

Mamma, io sono bella?

Certo, amore mio.

Bella bella, la più bella di tutte?

Un momento. Quand’è che essere bella bella, la più bella di tutte, è diventato un problema per lei?

Sei la più bella per me.

Ah! – Sguardo obliquo, non pare soddisfatta.

La bellezza è negli occhi di chi guarda – dico io, sentendomi un po’ il Dalai Lama e un po’ quello che sceglie le frasi per i baci Perugina.

E che vuol dire?

Vuol dire che chi ti vuole bene davvero ti vedrà bella esattamente così come sei. E non cercherà di cambiarti, soprattutto.

Da un po’ di tempo a questa parte l’affare “bellezza” è diventato qualcosa di cui parlare. Finché si tratta di indossare vestiti con cui si “sente bella” poco male. Purché non si impunti a uscire in bermuda e canotta in pieno gennaio, mi piace che sia lei a scegliere abiti e quel poco di accessori (si parla di cerchietti e mollettine, eh). Mi pare un buon esercizio per sviluppare la creatività e il proprio gusto personale e glielo lascio fare se le va.

Poi la vedo che si guarda allo specchio e si piace. Si piace davvero. E io lo trovo meraviglioso e vorrei che fosse sempre così.

Vorrei che nello specchio ci vedesse sempre una persona bella ma soprattutto una bella persona. Vorrei che il suo sorriso di oggi fosse lo stesso per sempre, anche quando il tempo le storterà un po’ i denti o la pelle del viso non sarà più liscia e luminosa come lo è ora. Vorrei che fosse così fiera di se stessa, della persona che è, da vedersi bella senza ombra di dubbio.

Ma c’è una cosa che vorrei più di tutte. Vorrei che capisse che essere considerate belle (secondo i canoni di una bellezza spacciata per universale e che invece spesso è piuttosto discutibile) è molto diverso dal piacersi e sentirsi bene nel proprio corpo. Molto, molto diverso.

E io vorrei che lei si piacesse per sempre come si piace oggi.

Non ho mai pensato veramente a quali modelli femminili vorrei s’ispirasse mia figlia. Di donne meravigliose che hanno fatto e fanno tanto per rendere il mondo un posto più bello me ne vengono in mente parecchie. Scrittrici, donne medico, ricercatrici, missionarie, maestre, educatrici, mamme.

E io penso che queste persone abbiano un merito enorme tra tutti gli altri. Quello di proporre un modello di bellezza intimo e profondo che passa per la gentilezza e l’altruismo, per la simpatia e la fedeltà, per la correttezza e la sensibilità e attraverso il cuore si riflette negli occhi, nella pelle, nei capelli, nel sorriso. In un viso e in un corpo bellissimi. Il viso e il corpo di una persona che si piace e fa bene a piacersi, perché è proprio una bella persona.

Questo post partecipa all’iniziativa di Claudia Porta che prende spunto dal video qui sotto, “Talk to your daughter before the industry does” (parla a tua figlia prima che lo facciano le aziende).

Ringrazio Claudia per avermi spinta a riflettere su un argomento così importante e vi invito a partecipare alla discussione in rete (sul vostro blog o sui social) con l’hashtag #talktoyourdaughter.

Qui potete leggere le parole di Claudia e il contributo di altri blogger.

Related Post

2 comments to Specchio specchio delle mie brame… #talktoyourdaughter

  • Mammaalcubo  says:

    Bella la tua bimba, perchè si vede e si sente bella. La bellezza è davvero fatta di atteggiamenti, parole, sorrisi, azioni, sentimenti, che poi si manifestano all’esterno. Basta saperli cogliere, e saper insegnare a coglierli!

    • robedamamma  says:

      Che parole bellissime! Hai proprio ragione. Grazie, un abbraccio

Rispondi