Che gli leggo al pupo? L’onda di Suzy Lee

L’onda di Suzy Lee, Edizioni Corraini, è un libro speciale. Un libro che si racconta da solo.

Questo è infatti un libro senza parole. O meglio, questo è un libro con disegni così belli da rendere superflue le parole. E, in ogni caso, le parole potete mettercele voi. O farle mettere ai vostri marmocchi, che è pure meglio.

Tutto ha inizio con questa bimba che corre verso il mare, si scosta quando arriva una piccola onda, cerca d’impaurirla, la osserva infrangersi a riva e poi ci sguazza dentro. Finché un’onda più grande sopraggiunge mettendola in fuga. L’onda la inzuppa e poi, ritirandosi, lascia a riva un tesoro prezioso fatto di conchiglie meravigliose.

Questo libro mi ha ricordato in maniera incredibile la nostra vacanza in Spagna. L’oceano che in un attimo s’ingrossava e raggiungeva la riva, in una fase in cui la Marmocchia non aveva un buon rapporto con l’acqua, come dire, che non fosse molto più che immobile. Quante corse verso il mare, quante fughe terrorizzata, poi, dalla parte opposta.

L’onda è un libro diverso, che sa stimolare la capacità d’osservazione e lascia libera la fantasia di raccontare ogni volta una storia diversa.

Vi consiglio di lasciare che siano i vostri marmocchi a raccontare la storia, una, dieci, cento volte. Non ve ne pentirete!

Le illustrazioni sono realizzate con carboncino e colori acrilici, rielaborati digitalmente.

Related Post

Tags:  , ,

3 comments to Che gli leggo al pupo? L’onda di Suzy Lee

Rispondi