Che gli leggo al pupo? La bambina di ghiaccio

La Bambina di Ghiaccio di Vivian Lamarque, Emme Edizioni, è una favola bellissima che parla d’amore, solitudine e sogni.

La Bambina di Ghiaccio abitava in una casa di cristallo al centro di un lago. Alla sua dimora nessuno poteva avvicinarsi per via del ghiaccio troppo poco solido e del gelo che l’avvolgeva. Così la piccola viveva sola e, poiché alla sua nascita in un cofanetto era stato trovato scritto il suo destino “Un intero millennio vivrà se il sole giammai la sfiorerà”, usciva di casa solo in inverno. Da marzo a novembre la Bambina poteva stare all’aria aperta soltanto di notte.

 

Per questo la bambina di ghiaccio amava l’inverno- Allo scoccare del suo 999esimo compleanno (questa era la sua età anche se di anni ne dimostrava solo 9) pensò che prima di morire avrebbe voluto danzare con un cavaliere (cosa che non aveva mai potuto fare per via delle sue mani di ghiaccio), sposarsi con lui e lasciare al mondo una bambina.

Così scrisse su un foglio questo desiderio e lo lasciò libero nell’aria perché raggiungesse il suo principe.

Non vi svelo il finale ma vi dico che un libro per bambini così poetico raramente mi è capitato tra le mani. Per questo, di cuore, ve lo consiglio.

 

Related Post

4 comments to Che gli leggo al pupo? La bambina di ghiaccio

  • verdeacqua  says:

    Adoro Vivian Lamarque ma questo me lo ero perso! Mi ispira moltissimo, grazie del consiglio!

    • robedamamma  says:

      È una vera poesia di immagini e parole! Grazie a te della visita, un abbraccio!

  • MammaImperfetta  says:

    Io bevo i post sui libri per bambini. E questo me lo salvo.
    Grazie!

    • robedamamma  says:

      Cin cin allora!! A presto 😉

Rispondi