In Francia col marmocchio: day 7-9

Lezione di francese n. 2. Dopo aver acchiurlato la bocca, oggi ammosciamo la r. E con la bocca a chiurlo e la r moscia, credetemi, qualsiasi lingua parlerete non farà granché differenza (ché tanto nessuno vi capirà, ma a voi sembrerà di far uno sforzo gradito ai residenti).
Come ce la stiamo cavando con la lingua? Diciamo che in due non ne facciamo uno buono. Lui, quello che il francese l’avrebbe anche studiato, lancia perle di saggezza del tipo: nu… andem o s’è possible… parcheggiè.
Io, quella che non solo non sa una parola ma è pure responsabile di aver scordato il vocabolario a casa, lo seguo a ruota acchiurlando a turno l’italiano o l’inglese.
A poterle immortalare, le espressioni dei nostri interlocutori si presterebbero ad un incredibile album fotografico con tema il rimaner basiti.
Sivuplè ansciambr (1 camera) annuit (1 notte) truaperson (3 persone). A loro aggiungere preposizioni e verbi (non è che posso fare tutto io).

Doman matten nu andem (domani mattina noi… andremmo).

Excusemua messiè. S’è lontan a piet (mi scusi signore, è molto lontano a piedi).

Ovviamente il nostro francese è frutto totale della fantasia. Nulla di quello che diciamo può essere reperito in un vocabolario vero. Come alla fine ci si capisca resta un mistero.

Abbiamo lasciato le meravigliose spiagge normanne e abbiamo fatto ingresso in Bretagna, percorrendo la costa di granito rosa fino a Le Conquet (Brest – Finistere).

Porti e fari pittoreschi, panorami incredibili e spiagge sconfinate, fanno della Bretagna una regione meravigliosa, nonostante il clima, nel nord della Francia, sia soggetto a repentine variazioni.

20120821-162502.jpg

20120821-162531.jpg

20120821-162608.jpg

20120821-162628.jpg

20120821-162642.jpg

20120821-162655.jpg

20120821-162707.jpg

20120821-162722.jpg

20120821-162739.jpg

20120821-162749.jpg

20120821-162802.jpg

Nelle foto (prese dall’Instagram di Robedamamma):
1. – 2. Cap Frehel
3. – 4. – 5. – 6. Fort la Latte
7. Marmocchia intenta in tipici giochi da spiaggia
8. Paparazzi all’assalto
9. Spiaggia Les Blanches Sablon – Le Conquet
10. Finistere – Cammino di Santiago
11. Faro Ponte de Saint Mathieau

Related Post

Tags:  

2 comments to In Francia col marmocchio: day 7-9

  • Robin  says:

    Ahaha, che ridere! Tutto vero! Anch’io di ritorno dalla Francia, dove in effetti non trovi uno che parli inglese a pagarlo a peso d’oro.
    Comunque, non so per quale strano miracolo, dopo tante vacanze di frustranti incomprensioni linguistiche, stavolta ce la siamo cavata alla grande, nonostante nè io nè lui abbiamo mai studiato francese 🙂 Alla fine riuscivamo anche a fare telefonate in fran… beh, diciamo una sorta di lingua franca che però veniva capita! :)) Perseverate! Prima o poi il miracolo accadrà anche a voi 😉

  • robedamamma  says:

    no, davvero? a me non capiscono manco a gesti, figurati al telefono!!! 🙂

Rispondi