In Francia col marmocchio: day 0-2

20120815-221317.jpg

Milano-Parigi. 850 km.
Ore di viaggio: 11. Ore di sonno marmocchio: 11. Ore di sonno adulto: non pervenute.
E così, dopo un’intera notte di viaggio, innumerevoli pedaggi pagati, un traforo e una deviazione che ci ha portati a vagare per le campagne francesi alle due di notte, per oltre un’ora (meglio che non ve lo racconto, và), in mattinata raggiungiamo Parigi.

Bonjour, do you speak English?
No.

Iniziamo bene.

I nostri due giorni parigini sono una specie di bignami della visita alla capitale francese: toccata e fuga ad ogni quartiere passando per le principali attrazioni in città.

20120815-222212.jpg

20120815-222238.jpg

20120815-222331.jpg

20120815-222359.jpg

20120815-222456.jpg

Vedere Parigi in 48 ore è un’impresa, ma riusciamo comunque a far visita ai monumenti più noti, ai due più grandi cimiteri (Montmartre e Père-Lachaise), a fare una mini crociera sul Bateaux Mouge, a rimanere estasiati sotto la Torre Eiffel. E davanti a Notre Dame incontriamo Jean Reno.
Un attimo.
Rewind.
Davanti a Notre Dame incontriamo Jean Reno?!

20120815-222654.jpg
È vero, è così!
In realtà, dopo tanto camminare, avevo puntato alla baguette: la più meravigliosa baguette farcita mai vista. Come gadget, poi, alla baguette, c’era attaccato uno dei miei attori preferiti. Ganzo, no?

Come ce la stiamo cavando col francese? Oh, alla grande.
In una caffetteria forse metteranno un mio mezzo busto. Ero lì in fila che mi ripetevo senza sosta: bonjour, ancafeolèsivuplè, ancafeolèsivuplè, quando arriva il mio turno e… Salve. One coffe. Olè. Please!
Niente, col francese proprio non lego!
Prossima tappa: Normandia.

Tutte le foto sono prese dall’Instagram di Robedamamma.

Related Post

Tags:  

2 comments to In Francia col marmocchio: day 0-2

  • Dany  says:

    🙂 :O

  • Francesca  says:

    Ma dai! Jean Reno seduto come un turista qualsiasi…che storia! E comunque non c’e niente da fare, i francesi non sanno un’acca d’inglese…pero’ almeno nella capitale, accidenti…

Rispondi