Il Pallendario dell’Avvento: storie dal 14 al 17 dicembre

 Andiamo con le prossime quattro storielle in rima, ovvero con la terza palla del Pallendario (di cui trovate istruzioni e prime quattro storie qui, e successive quattro qui)

14 dicembre

C’è un signore un po’ panciuto ma simpatico e barbuto

cosa mai starà facendo nella sua casa di legno?

“Coi miei mille e più aiutanti, gnomi ed elfi un po’ birbanti,

costruisco e confeziono quel che un bimbo chiede in dono.

Per avere il tuo regalo devi solo fare il bravo!”.

Chi sa dirmi chi è quel tale?

Certo, è il buon Babbo Natale!

 

15 dicembre

I Re Magi sono in viaggio certo non gli mancherà il coraggio

di affrontare tanta strada e poi, vada come vada.

Seguiranno la cometa che li porterà alla meta

porteranno i loro doni come Babbo ai bimbi buoni.

Nella notte di Natale giungeranno alla capanna

dove il Buon Gesù Bambino starà già facendo nanna.

Ugualmente al piccolino lasceranno i loro doni

per scartarli l’indomani coi suoi cari genitori.

16 dicembre

 Piccolina nuovamente vuole farsi raccontare

quella storia affascinante della notte di Natale.

La sua mamma quando è sera siede accanto al suo lettino

per narrare finalmente del vecchietto e del bambino:

tutti i bimbi sono buoni proprio come il piccolino

che noi tutti conosciamo come il Buon Gesù Bambino.

E poiché Babbo Natale è un vecchietto generoso

per poterlo festeggiare a ogni bimbo porta un dono.

Ma attenzione Piccolina lui ti osserva da lassù

e perciò la birichina non la devi fare più!”.

 

17 dicembre

Scende lieve e immacolata per la gioia dei bambini

questa dolce nevicata ha imbiancato già i giardini

case, macchine e palazzi

strade, vicoli e terrazzi

tutto quanto si colora

di una bianca luce nuova.

Related Post

Tags:  

Rispondi