8 Marzo – io festeggio così

Lui, al posto degli occhi, ha due sottilissime mezzelune che si perdono tra le rughe del suo viso.

Lei ha gli occhi grandi, tondi e un po’ curiosi di sapere, soprattutto, perché quell’uomo, anziano e col passo ciancicato dagli anni, si stia tanto affannando attorno ad una fila di mazzi di mimose in bella vista sul bancone del fioraio.

Lui le osserva a fondo ad una ad una. Sembra essere alla ricerca del mazzolino perfetto. Lei, in attesa dell’autobus, non resiste e continua a fissarlo. Divertita prima, partecipe e quasi preoccupata poi. Perché per quell’uomo la giusta scelta sembra essere di vitale importanza.

Lui, ad un certo punto, si accorge del suo sguardo, dischiude le fessurine rivelando due occhi azzurro mare e le chiede: “Signorina, mi darebbe un consiglio?”. Lei ha lo sguardo un po’ assente. Presa com’è dall’osservare la scena, ci mette un bel po’ a capire che l’anziano signore si è rivolto proprio a lei.

“Cerco delle mimose, ma voglio che siano perfette. Voglio fare bella figura, sa, è la mia prima volta”. Lei si risveglia all’improvviso e gli sorride. Inizia a sua volta a scrutare i mazzetti che, in realtà, le sembrano un po’ tutti uguali e comunque molto carini.

“Sono per mia moglie” inizia a raccontare lui ”57 anni di matrimonio e non ho mai potuto regalargliele per via della sua allergia. Eppure le piacevano. Eccome se le piacevano”. Lei, che di natura non è mai stata molto perspicace, ci mette un po’ a capire. Ma la spiegazione arriva chiara subito dopo. “È mancata lo scorso dicembre. Così ho pensato che ora, senza più allergie, potrà finalmente godersi un mazzolino di mimose tutto suo”.

E davanti a quella verità capisce in un istante l’indecisione dell’uomo: nessuna mimosa su quel banco pare davvero essere abbastanza degna.

E le mimose alla fine le abbiamo trovate, non su quella bancarella, ma in un negozio al di là della strada che avevo visto passando. Un mazzolino perfetto con un rametto di mimose giallo vivo e una piccola rosellina color pesca nel centro.

Proprio io, che non ho mai festeggiato la festa della donna… e quest’anno la festa della donna ha festeggiato me con un momento che non dimenticherò di certo per quanto mi ha scaldato il cuore.

Auguri a tutte le donne, anche a quelle che non ci sono più e un piccolo omaggio musicale per tutte noi.

Tags:  ,

11 comments to 8 Marzo – io festeggio così

  • compagna di merende marmocchie  says:

    Non ci sono parole adatte per commentare, dico solo che mi sono commossa.
    E grazie per averlo raccontato.

  • Laura  says:

    commuovente :’)

  • Daniela  says:

    …grazie Vale…mi sono commossa…Sicuramente la tanto adorata moglie sarà orgogliosa di lui!!!
    Un bacio

  • Manu  says:

    Ho la pelle d’oca e gli occhi lucidi…
    grazie!!!!

  • robedamamma  says:

    Non si trovano spesso persone così. È stato un bel regalo e mi ha fatto molto piacere condividerlo con voi!
    Baci a tutti

  • lordbad  says:

    Concordo.

    Al di là comunque di quanto si possa dire circa l’origine storica di questa festa, ti invitiamo se vuoi a ricambiare la visita nel nostro blog dove per l’occasione si parla di un chimico, un malato di cuore, un ottico, un gigolò, dio, un serpente e un ermafrodita.Non è una barzelletta. è il nuovo post di Vongole & Merluzzi. Sull’ 8 marzo. Buona lettura.

    http://vongolemerluzzi.wordpress.com/2011/03/08/laltra-faccia-della-mela/

  • manuela  says:

    Ciao, bellissima e dolcissima la storia di questo signore….l’amore che sopravvive alla morte!!!!!!

    Per me l’8 marzo è occasione per ricordarmi delle ingiustizie che le donne subiscono giornalmente e per aiutarmi avdere sempre oltre l’apparenza! Potrei dire la giustizia che sopravvive alla menzogna!!!!

    Ciao a tutte!

  • robedamamma  says:

    Davvero un bel pensiero ed un ottimo modo di vedere l’8 marzo!

  • Nello  says:

    non mi piace l’ottomarzo e non sopporto tutte le feste che durano 24 ore, poi si torna a infischiarsene del tema, però questa storia è molto tenera e mi è piaciuta

  • Claudia  says:

    stupenda.. poi il finale con Billy….
    sembra la sceneggiatura di un film, ed è così bello invece sapere che è successo davvero :)

  • robedamamma  says:

    … che Billy è sempre Billy!!

Lascia un Commento

%d bloggers like this: