29 novembre 2014: il Mammacheblog creativo

mammacheblog creativo

Amici oggi vi segnalo brevemente un evento a cui non potete certo mancare: il Mammacheblog Creativo che si terrà il prossimo 29 novembre presso la Fonderia Napoleonica Eugenia di Milano.

Un evento per tutti quelli che hanno fatto della creatività un stile di vita, per chi prova a essere creativo con risultati più o meno soddisfacenti e per chi sa di avere una vena creativa nascosta da qualche parte ma non sa come tirarla fuori. Un evento proprio per tutti, insomma.

Io sarò presente e spero di abbracciarvi (se ci sarete battete un colpo).

Vi dico solo che la mia giornata inizierà a colazione con Susanna Tamaro. Non potete capire l’emozione grande!

Trovate tutte le info e le iniziative legate all’evento su www.mammacheblog.com/creativo/

Qui il programma dell’evento

Qui il programma de...

Read More

Che gli leggo al pupo? Papà ho paura! di Marzia Gianotti

papà ho paura

Come vi dicevo, ricevere mail che parlano di libri, di parole, di tentativi di condividerle, mi mette sempre di buon umore. Adoro scoprire nuove piccole perle che, poiché poco pubblicizzate, altrimenti non avrei potuto incontrare. Per questo oggi vi parlo di una nuova scoperta: Papà ho paura! scritto e illustrato da Marzia Gianotti.

Read More

Il primo anno alla primaria, aggiornamenti sparsi

scuola alessia

C’è che noi questa scuola l’avevamo inconsciamente scelta molto prima che l’idea di avere un marmocchio ci sfiorasse. Punti un quartiere residenziale di una frazione di un paese in provincia di una grande metropoli e speri che la selezione naturale faccia il resto. Fai pure più di un sopralluogo per capire che tipo di gente si aggiri per le strade. Non c’è dubbio: la scelta è quella giusta.

Allora concentri le attenzioni sul piccolo centro scolastico appena costruito, con un giardino favoloso, in un contesto piacevole. E ci piazzi casa un po’ come da piccola facevi con Parco della Vittoria: con la cieca convinzione di fare un buon investimento. Che poi, diciamocelo, non è che Parco della Vittoria fosse tutta sta convenienza.

E poi succede che quando arri...

Read More

In Scozia col marmocchio: Edimburgo – prima parte

IMG_0427

Dopo aver esplorato la zona più a ovest di Edimburgo, Portobello, ci dirigiamo, di prima mattina, verso il centro città. Ci attendono parecchi chilometri da percorrere a piedi per conoscere ogni centimetro di questa città che l’Unesco ha dichiarato World City of Literature. Capirete quanto già mi abbia convinto!

Edimb...

Read More

Che gli leggo al pupo? Un sottomarino in paese di Vanessa Navicelli

copertina

A volte avere un blog sfinisce. Non tanto per il lavoro che c’è dietro (anche eh, ma non prevalentemente). Parlo delle tonnellate di comunicati stampa o mail finto-proposta-di-collaborazione dove, se proprio sei fortunata, ti offrono di fare gratis un lavoro che altrimenti dovrebbe essere retribuito. E son fortune.

Quelli che cara robeDImamma, robadamammE, robeDImammE, robadaDONNE, e l’evergreen cara ROBErta. Robedapazzi, oserei aggiungere.

Quelli che

Read More

Arriva l’inverno, tempo di #esperienzacreativa

cats

Arriva l’inverno e, sebbene quest’anno ci sia la variante compiti a casa (a sorpresa anche in settimana, ahimè), i pomeriggi tra le pareti domestiche fanno sempre un po’ timore.

Ci stiamo attrezzando come ogni inverno. C’è chi fa provviste di cibo e chi di lavoretti per intrattenere i marmocchi. Io sono decisamente del secondo tipo. Oggi vi racconto la nostra #esperienzacreativa con due prodotti Crayola che abbiamo testato recentemente e che, secondo me, sono regali perfetti da far trovare sotto l’albero per intrattenere il bambini nei freddi pomeriggi invernali.

Il laboratorio dei pennarelli:

Read More

In Scozia col marmocchio: day 11

  IMG_0390

17 agosto 2014: Melrose Abbey – Monumento a William Wallace – Dryburgh Abbey – Kelso – Edimburgo

Siamo nei Borders, una regione disseminata di abbazie in rovina incredibilmente suggestive. L’Abbazia di Melrose è una delle cose che non scorderò facilmente di questo viaggio in Scozia. Ho scattato tonnellate di foto alle abbazie dei Borders. Nessuna di queste, amici miei,...

Read More

#leggiAMOlo: Volevo solo averti accanto

volevo solo averti accanto

Per il nostro consueto appuntamento di lettura, oggi vi racconto le mie impressioni su Volevo solo averti accanto, romanzo di Ronald H. Balson.

Siamo a Chicago nel settembre del 2004 e al Teatro dell’Opera è la sera della prima alla quale parteciperanno tutti i personaggi di spicco della comunità. Tra questi il ricco e potente Elliot Rosenzweig. All’improvviso un uomo anziano punta una pistola contro Elliot accusandolo di essere Otto Piatek, feroce criminale nazista meglio conosciuto come il Macellaio di Zamosc. L’uomo è Ben Solomon, 83 anni, ebreo scampato ai campi di concentramento e viene subito arrestato.

Nessuno vuole cre...

Read More

Il mio Ottobre fotografico #instagram 10/14

10735442_531408910322385_1853924936_n (1)

Inizio la mia condivisione mensile con uno dei momenti più felici di questo mese: amici piccoli che si danno la mano e in un momento riordinano le priorità della tua vita, le cose per cui vale la pena, quelle per cui decisamente no.

Read More

Un Ottobre da leggere (2014/10)

Foto 24-10-14 15 18 08

Quando si dice “bisogna leggere un po’ di tutto, esplorare generi e autori diversi”. Ecco, questo mese ho preso in parola il suggerimento e spaziato dal comico al sentimentale, dagli autori affermati agli esordi narrativi (degni di nota, peraltro).

Delirio di una notte di mezza estate di David Safier. Iniziamo dalla copertina che vi sta facendo l’occhiolino. Lui è l’autore di L’orribile karma della formica (qui ve ne parlavo) che per me è da sempre una sicurezza. Giornata no=aprire immediatamente un David Safier a caso. Conferma il suo talento anche in questo romanzo in cui porta lo spirito di una donna nel corpo di un uomo (e viceversa) alla ricerca del significato dell’amore vero. Lei è Rosa, maestra insoddisfatta con una passione per la scrittura ormai sopita da tempo e il suo presunto vero amore da riconquistare. Lui è William Shakespeare. E no, non sto scherzando.

Abbandonatevi a questo viaggio nel tempo, ...

Read More
%d bloggers like this: